Progetto finanziato dal Comune di Reggio Emilia e dalla Regione Emilia-Romagna

A chi mi rivolgo?

Le iniziative

I documenti

L'Alleanza

L’avvocato Giulio Terzi spiega le attività della Fondazione Giustizia di Reggio Emilia

L’Assessora Natalia Maramotti spiega i principali progetti del Comune sulla legalità e sul contrasto alle mafie

“Tribunale bene comune” nell’aula bunker del maxi-processo Aemilia

Sabato 17 dicembre 2016, alle ore 10.00 di mattina, si è tenuta l’iniziativa “Tribunale Bene Comune” presso il Tribunale di Reggio Emilia. L’incontro pubblico ha avuto luogo nell’aula bunker del maxi-processo “Aemilia”, dove si sta celebrando il più grande processo di mafia del Nord Italia.

Sono intervenuti:

- il procuratore capo di Reggio Emilia Giorgio Grandinetti;
- i giudici penali del maxi-processo “Aemilia” Andrea Rat e Cristina Beretti (presidente del Tribunale facente funzioni);
- il giudice civile Annamaria Casadonte;
- l’avvocato Giulio Terzi, presidente della Fondazione Giustizia;
- il presidente dell’Ordine degli avvocati di Reggio Emilia Franco Mazza;
- Natalia Maramotti, assessora alla Sicurezza e cultura della legalità del Comune di Reggio Emilia;
- Elia Minari, coordinatore dell’associazione antimafia Cortocircuito di Reggio Emilia;
- Giorgia Manzini dell’Ordine dei Notai;
- Leonardo Riccio dell’Ordine dei commercialisti e degli esperti contabili.

L’iniziativa è stata organizzata dal Comune di Reggio Emilia e dal Tribunale, insieme alla Regione Emilia-Romagna e alla Fondazione Giustizia, in collaborazione con l’associazione culturale antimafia Cortocircuito.

Teatralizzazione a cura di Laura Pazzaglia. L’iniziativa era aperta alla cittadinanza e hanno partecipato tra il pubblico anche gli studenti che hanno frequentato i laboratori sulla legalità organizzati dal Centro sociale Papa Giovanni XXIII in collaborazione con il “Centro di documentazione sulle mafie”.

Altre foto su www.cortocircuito.re.it

 

Il progetto “E.R.N.E.S.T.O.”

“E.R.N.E.S.T.O.” è un progetto di peer education sui temi della cultura della legalità, del contrasto alle mafie e della cittadinanza attiva che si tiene a Reggio Emilia.

Il progetto è realizzato da: UISP Reggio Emilia, Cooperativa Sociale Reggiana Educatori, Associazione Cortocircuito, Centro Sociale Papa Giovanni XXIII, Granello di Senapa, Associazione Colore, Consorzio Oscar Romero, Libera – Coordinamento di Reggio Emilia, l’Istituto Superiore “Scaruffi-Levi- Città del Tricolore” (scuola capofila). Progetto promosso dalla Regione Emilia-Romagna.

Gli obbiettivi:
- incrementare nei giovani la consapevolezza critica sui temi della legalità, dell’anti-mafia, della partecipazione e della cittadinanza attiva
- permettere agli studenti di diventare risorsa per l’acquisizione e l’apprendimento di competenze e il trasferimento di contenuti, attraverso la metodologia della peer education
- fornire alla scuola nuovi strumenti nell’ambito della cultura della legalità, ripetibili e integrabili con la didattica.

Ogni ciclo del progetto Ernesto consiste in cinque incontri di formazione in una classe (oltre a un incontro di simulazione e uno di valutazione). A questi si vanno ad aggiungere i quatto incontri di restituzione in ciascuna delle classi destinatarie del progetto.

E’ prevista anche una visita interattiva al “Centro di documentazione sulle mafie”.

Foto di Andrea Mafrica, Federico Marcenaro ed Elia Minari dell’associazione culturale antimafia Cortocircuito (www.cortocircuito.re.it)

QUI la pagina Facebook del progetto “Ernesto” con tante altre foto, video e informazioni.




0 ok
3 ok6 ok11 ok
15 ok
18 ok2 Andrea Mafrica e Andrea Franzoni




 

Incontro con il Procuratore Nazionale Antimafia

Una Sala del Tricolore gremita, dentro e fuori. Infatti, una volta raggiunta la capienza massima di 350 persone, tanti cittadini purtroppo sono dovuti rimanere fuori.

Il 3 ottobre 2014 erano ospiti della serata il magistrato Franco Roberti, Procuratore Nazionale Antimafia e Giuseppe Gennari, giudice del Tribunale di Milano e autore del libro “Le fondamenta della città”.

A condurre l’incontro, nella sala del Consiglio Comunale di Reggio Emilia, è stato Elia Minari, coordinatore di Cortocircuito, associazione culturale antimafia di Reggio Emilia.

Hanno introdotto l’iniziativa pubblica il sindaco Luca Vecchi e Natalia Maramotti, assessora a Sicurezza e Cultura della legalità del Comune di Reggio Emilia.

Tra il pubblico erano presenti le massime autorità della città di Reggio Emilia: il Presidente del Tribunale, il Procuratore capo, il Questore, il Prefetto vicario, il Comandante dei Carabinieri, il Comandante della Guardia di Finanza, il Presidente della Camera di Commercio, la Presidente della Provincia. Oltre a tanti sindaci, deputati, assessori, consiglieri comunali e provinciali, di tutti i partiti politici.

Alcuni articoli su quanto detto durante l’iniziativa: la Gazzetta di Reggio (clicca QUI), Il Fatto Quotidiano (clicca QUI), Reggionline (clicca QUI).

Evento organizzato da Cortocircuito, in collaborazione con il Comune di Reggio Emilia, la Regione Emilia-Romagna e il gruppo “Giovani a Reggio Emilia contro le mafie”. Serata sostenuta dalla Provincia di Reggio Emilia, Libera Reggio Emilia e ”Alleanza reggiana per una società senza mafie”. L’iniziativa rientra all’interno del progetto “Reggio contro le mafie.it”.

Altre foto su www.cortocircuito.re.it

12345

Presentazione in Sala del Tricolore di “Reggio contro le mafie.it”

Martedì 17 settembre 2013 alle ore 21 nella Sala del Tricolore, sede del Consiglio Comunale di Reggio Emilia, presentazione del progetto “Reggio contro le mafie.it” e proiezione in anteprima della video-inchiesta “Non è successo niente. 40 roghi a Reggio Emilia”, realizzata dall’associazione antimafia Cortocircuito di Reggio Emilia. [QUI la prima parte della video-inchiesta.]

Nel corso della serata sono intervenuti anche diversi ospiti impegnati contro la criminalità organizzata, tra cui il magistrato Marco Imperato e Pierpaolo Romani, coordinatore nazionale di “Avviso Pubblico”.

Saluti istituzionali:
- Ugo Ferrari, vice-sindaco del Comune di Reggio Emilia
- Franco Corradini, assessore alla Coesione e sicurezza sociale del Comune di Reggio Emilia
- Sonia Masini, presidente della Provincia di Reggio Emilia
- Gian Guido Nobili, Regione Emilia-Romagna

L’iniziativa è stata condotta da Elia Minari, coordinatore di Cortocircuito, associazione culturale antimafia di Reggio Emilia.

La stessa sera, oltre al progetto “Reggio contro le mafie.it”, è stata presentata anche l’omonima rassegna che vedrà ospiti a Reggio Emilia magistrati e giornalisti antimafia.

[VEDI ALCUNI VIDEO DELLA SERATA]

Evento organizzato dall’associazione Cortocircuito, in collaborazione con il Comune di Reggio Emilia, la Regione Emilia-Romagna e il gruppo “Giovani a Reggio Emilia contro le mafie”. Serata sostenuta dalla Provincia di Reggio Emilia, ”Alleanza reggiana per una società senza mafie”, “Avviso Pubblico”, associazione “Papa Giovanni XXIII” e “Caracò Editore”. L’iniziativa rientra all’interno del progetto “Reggio contro le mafie.it”.

Altre foto su www.cortocircuito.re.it

reggio contro le mafie 1

reggio contro le mafie 2reggio conttro le mafie 3regio contro le mafie 4

Tutto sulla criminalità organizzata a Reggio Emilia

Click for English version

Click for English version

Informazioni pratiche e dirette, un layout semplice e intuitivo, documenti e ricerche, materiali video e fotografici, aggiornamenti sulle iniziative.

Questo è “Reggio contro le mafie.it”, una piattaforma web che ospita un media-cross multimediale utile per conoscere tutti i percorsi avviati a Reggio Emilia per contrastare la criminalità organizzata. Uno spazio in cui tutti possono trovare informazioni utili: dal mondo economico alle scuole, dai cittadini che si vogliono documentare sul fenomeno a chi vuole iniziare a consumare la pasta e l’olio dei terreni confiscati alle mafie. Oltre agli eventi antimafia, le rassegne della legalità, i cortometraggi, la rassegna stampa, i video e le interviste.

“Reggio contro le mafie.it” è un progetto di “Cortocircuito”, associazione culturale antimafia di Reggio Emilia (www.cortocircuito.re.it), ma è uno spazio aperto a tutte le realtà che a Reggio si occupano di contrasto alla criminalità organizzata.

Il progetto “Reggio contro le mafie.it”, nato nel 2012, è promosso in collaborazione con il Comune di Reggio Emilia e la Regione Emilia-Romagna.

 

Per domande, suggerimenti e proposte: redazione@reggiocontrolemafie.it

Credits immagini: riprese video di Federico Marcenaro e Andrea Mafrica, foto di Francesco Giglioli, Chiara Ghirelli, Francesca Montanari, Andrea Franzoni, Gabriele Giglioli, Pietro Montorsi, Gianluigi Iembo, Riccardo Pelli, Luca Gemmi, Georgiana Zanetti, Mario Cocchi, Denis Fornaciari, Federica Sepe, Simona Montanari, Enrico Rossi e Marco Ronchetti.

Reggio contro le mafie definitivo

http://www.reggiocontrolemafie.it/wp-content/themes/selecta