Progetto in collaborazione con il Comune di Reggio Emilia e la Regione Emilia-Romagna

Cgil Regio Emilia ok

1. Promozione della stipula ed applicazione Protocolli Provinciali per la regolarità degli Appalti Pubblici e dei lavori privati (dal 2006).

2. Promozione del Patto per la sicurezza urbana, coesione e legalità, contribuendo attivamente al dibattito pubblico sulla necessità di iniziative mirate a un impegno concreto su legalità e giustizia.

3. Seminari di sensibilizzazione degli operatori sindacali sul tema del contrasto a fenomeni criminosi e di illegalità economica, al lavoro nero e sfruttamento della manodopera, contrasto all’abusivismo commerciale, al riciclaggio di denaro sporco, usura, estorsioni e sfruttamento dell’immigrazione clandestina. (2008)

4. Azioni di omogeneizzazione dei patti/protocolli per la legalità (Contratti locali) sottoscritti in cui le Istituzioni si facciano carico di verificare e monitorare i risultati attesi e le iniziative da coordinare (2009-2011).

5. Sostegno alla sottoscrizione di Protocolli territoriali tra Autonomie scolastiche, Università, Associazioni di volontariato, ecc. relative a un’ educazione diffusa alla legalità.

6. Iniziative locali della Campagna nazionale della Cgil “ Stop caporalato “contro il fenomeno del caporalato, sfruttamento del lavoro nero e contro il fenomeno degli appalti al massimo ribasso, attraverso una specifica proposta di legge di iniziativa popolare al riguardo (anno 2011).

7. Diffusione della conoscenza delle leggi regionali su appalti e antimafia (L.R. 11/2010 e L.R 13/2011)

8. Avvio di una piattaforma a carattere regionale sulla contrattazione territoriale per la legalità economica su alcune aree di rilievo a)contrasto al lavoro sommerso, b) protocolli antievasione fra ANCI e Agenzia delle Entrate, c) appalti pubblici, forniture, servizi e subappalti, d)controlli nei cantieri pubblici e privati e) abusivismo e territorio f) carta etica delle professioni e delle categorie produttive. ( 2011-2012 )

…………………….

Sintetico elenco delle attività previste nel 2013 sui temi di interesse della “Alleanza reggiana per una società senza mafie”:

1. La principale attività che ci ha impegnato per la prima metà dell’anno è stata il coordinamento e la realizzazione della campagna di raccolta di firme per la proposta di legge di iniziativa popolare in tema di aziende confiscate alla criminalità organizzata denominata “Io riattivo il lavoro”, promossa dalla Cgil nazionale assieme ad altre associazioni interessate al tema.

2. Il secondo filone di lavoro, per tutto il corso dell’anno, riguarda il confronto costante con Prefettura ed enti locali interessati dal sisma del maggio scorso, sul tema del contrasto alla illegalità ed alla infiltrazione della criminalità organizzata nelle opere connesse alla ricostruzione, in particolare per quanto riguarda l’impiego di manodopera e la conduzione di appalti di lavori e/o servizi, sia pubblici che privati.

3. Avvio, assieme alla federazione dei lavoratori dell’agroindustria ( Flai-Cgil ) di una collaborazione a sostegno di una piccola cooperativa lattiero-casearia della Campania che lavora latte prodotto sui terreni confiscati alla camorra.

http://www.reggiocontrolemafie.it/wp-content/themes/selecta