Progetto in collaborazione con il Comune di Reggio Emilia e la Regione Emilia-Romagna

Confapi Pmi Reggio Emilia ok

1.Monitoraggio stretto e continuo sugli iscritti, in particolare nel settore edile, attraverso il controllo dei nuovi assetti societari, le nuove partecipazioni, i cambiamenti organizzativi, i subappalti, le offerte anomale e le partnership.

2. Vaglio puntuale e severo di tutte le nuove richieste di iscrizione.

3. Sensibilizzazione e attenzione verso i servizi a basso costo, fornendo gli strumenti per consentire una corretta selezione dei fornitori, tenendo conto di altre variabili quali la qualità del servizio offerto, la sicurezza sul lavoro, i tempi di realizzazione dell’opera.

4. Sostegno ai propri iscritti in situazioni di difficoltà economica, mediando con gli istituti di credito e utilizzando il Consorzio fidi.

5. Attiva partecipazione alle iniziative per contrastare le infiltrazioni mafiose e promozione di

iniziative di sensibilizzazione delle imprese associate e di promozione di codici etici. In particolare,

interventi attivi in settori, come quello edile, che sono più a rischio di infiltrazioni malavitose,

supportando l’opera svolta dagli enti proposti, Prefettura di Reggio Emilia in primis, al fine di

tutelare le imprese virtuose ed emarginare quelle colluse.

6. Confronto con le forze dell’ordine, anche per ovviare situazioni contingenti, e azioni quali la mappatura delle imprese che trattano rame per prevenire i furti, o la richiesta di vigilanza nei periodi di sospensione delle attività produttive o ancora il rafforzamento dei sistemi di sicurezza.

http://www.reggiocontrolemafie.it/wp-content/themes/selecta