Progetto in collaborazione con il Comune di Reggio Emilia e la Regione Emilia-Romagna

Giovedì 3 aprile 2014 presso il cinema-teatro Cristallo di Reggio Emilia incontro con Annalori Ambrosoli, vedova di Giorgio Ambrosoli, ucciso a milano l’11 luglio 1979.

Insieme a lei c’era anche Paolo Bertaccini Bonoli, coordinatore del “Premio Giorgio Ambrosoli” e rappresentate italiano di “Transparency International”, organizzazione internazionale non governativa che si occupa della corruzione.

All’inizio dell’incontro è stata proiettata un parte del film “Un eroe borghese”, tratto dal libro omonimo di Corrado Stajano sulla vicenda di Giorgio Ambrosoli.

Ha condotto l’iniziativa Elia Minari, coordinatore della redazione della web-tv Cortocircuito.

Nel 1974 l’avvocato Giorgio Ambrosoli viene nominato capo liquidatore della Banca Privata Italiana, di proprietà del finanziere Michele Sindona. Le sue ricerche lo portano a scoprire una fitta rete di relazioni che legano Sindona ad importanti esponenti politici, alla mafia e al Vaticano.

Saluti iniziali di: Ilenia Malavasi, assessore all’Istruzione della Provincia di Reggio Emilia.

L’evento rientra all’interno del festival “Noi contro le mafie”, promosso dalla Provincia di Reggio Emilia con la direzione scientifica del professore Antonio Nicaso e la cura educational della dott.ssa Rosa Frammartino.

Altre foto su www.cortocircuito.re.it

vedova Ambrosoli 1vedova Ambrosoli 2vedova Ambrosoli 3

http://www.reggiocontrolemafie.it/wp-content/themes/selecta